Prostitute stuprate Milano, in carcere l’aggressore: si fingeva poliziotto, le minacciava e ne abusava

I fatti risalgono al periodo tra dicembre 2012 e febbraio 2013.

 

L’impianto accusatorio sul quale si è pronunciato il  gip del Tribunale di Milano, Maria Cristina Mannocci, vede protagonista un uomo di 43 anni, accusato di aver aggredito e violentato numerose di prostitute in zona Fiera-Lampugnano.

 

In base a quanto ricostruito, l’uomo avvicinava le prostitute mostrando un falso tesserino della Polizia di Stato, dopodiché le minacciava e le violentava.

 

L’imputato, incensurato e dirigente nel campo assicurativo, aveva atteso la pronuncia del giudice agli arresti domiciliari, stabiliti dopo che una delle vittime aveva sporto denuncia. Ora andrà in carcere. 

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci aredazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Prostitute Sesto San Giovanni, sgominate due bande che sfruttavano ragazze anche minorenni minacciandole con coltelli, macheti, tirapugni e botte

Prostitute stuprate e rapinate Milano, Carabineri fermano banda di sei sudamericani

Arresto prostituta viale Toscana Milano, chiedeva il pizzo alle altre prostitute

Prostitute Milano, in via Piccinni tentata rapina dopo rapporto da 10 euro

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here