Rapine negozi via Marsala Milano, 3 colpi in 10 giorni, i cittadini: “Siamo sotto assedio”. I dati dal 2009

PisapiaDi seguito la mail inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) per far luce su quanto sta succedendo nella centralissima via Marsala. Il nostro lettore è di poche parole: elenca ben 3 colpi ai danni di altrettanti negozi, avvenuti in soli 10 giorni nella via piccola ma pregiata via, che sorge tra corso Garibaldi, Brera e corso Como, nonché a pochi metri dall’asilo e scuola elementare Maria Montessori. Nel dettaglio:

 

3 NEGOZI SVALIGIATI IN 10 GIORNI – “Buongiorno – esordisce il nostro lettore –, vi scrivo per fare presente che da dieci giorni ad oggi in Via Marsala, zona Brera, sono stati svaligiati ben tre negozi.

 

LE VITTIME COLPITE – “A15 Design in via Marsala 4 nella notte tra l’11/12 marzo –, elenca il cittadino –, la notte seguente il bar sull’angolo con via Solferino in Marsala 2, e la notte scorsa hanno svuotato la boutique di via Marsala 11.

 

COME SI FA AD ANDARE AVANTI COSì? – “Siamo atterriti…oltre che a terra!” conclude il nostro lettore, che con la sua segnalazione invita a riflettere sulla situazione in cui verte davvero la città.

 

I DATI DELLA QUESTURA DI MILANO, DAL 2009 A OGGI – In base ai dati della Questura di Milano, le rapine in esercizi commerciali, nella nostra città, hanno toccato il picco massimo nel 2012, con 778 casi.

– Lo scorso anno sono leggermente scese, livellandosi a 659 casi, comunque ancora superiori rispetto al 2009 (647 casi) e nel 2010 (654).

 

IL VOSTRO QUARTIERE E’ SICURO? – In attesa di una risposta da parte del Sindaco Giuliano Pisapia o dell’Assessore alla Sicurezza di Milano, Marco Granelli, invitiamo tutti i lettori a scriverci se il proprio quartiere è sicuro: raccontateci cosa succede davvero a  Milano, vi daremo voce, per ripartire dai cittadini.

 

————

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Donna scippata da ladro in motorino Milano: “Tutta la zona Sabotino, Bocconi, viale Bligny, Filippetti e Crema è in queste condizioni!”

Degrado via Padova, continuano le segnalazioni dei residenti: “Via Padova, via dei Transiti, via Arquà, via Crespi: dove sono gli interventi promessi dal Comune?”

 

Di Redazione

 

 

1 COMMENTO

  1. Quando gli Italiani dicono che i reati nel nostro Paese sono aumentati proporzionalmente all’aumento degli immigrati, (e le nostre carceri parlano chiaro)
    vengono additati come razzisti. L’altro giorno il primo ministro olandese esprimeva il
    proprio disappunto sull’alto numero di Marocchini nel suo Paese ed è stato contestato dagli immigrati. In Francia, come in quasi tutta Europa, ormai ci si sta rendendo conto che la politica indulgente ed evangelica verso l’immigrazione ha già provocato grossi scompensi sociali, politici ed economici e si sta cercando di rimediare, anche se forse è ormai tardi. In Italia ancora non si è capito proprio niente e si continua ad imbarcare disperati che peseranno sulle nostre spalle, dal punto di vista economico e sanitario (molti di loro mostrano gravi patologie) e che si daranno in buona parte ai reati che andranno a colpire gli anziani, i malati e le donne che sono i più deboli della società.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here