Basket, Turchia Italia 82 a 83, qualificazioni euro 2013

Invincibili! Proprio così: la nazionale italiana di basket sembra impossibile da battere. In Turchia, a Kayseri, dove spicca un notevole cordone di forze dell’ordine sugli spalti, gli azzurri centrano il settimo successo consecutivo nel gruppo F di qualificazione ad Euro 2013 in Slovenia. Primo posto in cassaforte, nonostante i restanti quaranta minuti di gioco: pass per la prossima manifestazione continentale conquistato domenica scorsa. Tutto perfetto.

 

Una vittoria in rimonta, maturata nell’ultimo quarto grazie alla grande prestazione di Danilo Gallinari, come sempre top player della nazionale. Cinciarini ed Aradori sono stati autori di una prova altisonante, contribuendo insieme al “Gallo” a completare la rimonta e blindare la vetta della classifica.

 

19 punti messi a segno da Gallinari, con due triple su sei tentativi. Stessa cifra raggiunta da Aradori, il quale però vanta un 100% dalla distanza, così come Cinciarini, autore di 17 punti ma con 2 su 2 dai 7,65.

 

In mezzo a questi numeri spicca, però, la prestazione decisiva del solito Gigi Datome. 10 punti messi a segno, una tripla, ma soprattutto il canestro decisivo ai fini del risultato finale. Con i turchi, poi, ha un certo feeling dopo le scorribande della gara d’andata. Provvidenziale.

 

La Turchia dell’ex coach azzurro Tanjevic conduce per tre tempi su quattro, oltretutto obbligati a vincere per non compromettere la qualificazione. Nell’ultimo periodo, però, la difesa di casa nulla ha potuto contro la reazione d’orgoglio dell’Italia che, nonostante la qualificazione già in tasca, non ha concesso i due punti al roster biancorosso.

 

LA GARA

Coach Pianigiani aveva elogiato i giocatori meno impiegati in questa fase di qualificazione. Nel quintetto titolare figura David Chiotti, neo acquisto Olimpia Milano, che insieme a Gallinari, Aradori, Cinciarini e Mancinelli compone lo schieramento iniziale. Cusin ko.

 

I padroni di casa spingono sull’acceleratore sin dall’inizio delle ostilità. Erden e Karaman danno vita ad un avvio spumeggiante con i turchi avanti 4-0. L’ Italia di Pianigiani esce dal guscio cominciando a farsi vedere sotto canestro. Gallinari & Co. collezionano un parziale di nove punti a zero che consentono agli azzurri di ribaltare lo score a proprio favore: 4-9.

 

La sfuriata azzurra dura poco. Erden è ispirato e mette in difficoltà la retroguardia italiana; Arlsan segue l’onda di entusiasmo del compagno per indirizzare nuovamente la gara sul binario turco. Dopo una fase di gioco combattuta, i padroni di casa mettono la freccia chiudendo in vantaggio il primo quarto: 21-17.

 

Quattro punti di ritardo ad inizio secondo quarto. Pianigiani inserisce Daniel Hackett per dar maggior equilibrio in difesa. Gli azzurri provano a rientrare in gara, ma i turchi riprendono in mano le redini del match. Erden e Gonlum siglano 7 punti consecutivi, con la tripla del primo.

 

La Turchia beneficia delle due triple di Arslan per allungare il vantaggio fino ad arrivare a condurre 40-24. Pianigiani striglia i suoi, Gallinari prova a riequilibrare le sorti della contesa siglando nove punti a ridosso della sirena. Il secondo quarto si conclude con gli azzurri in ritardo di 13 lunghezze: 44-31.

 

Dopo l’intervallo il coach azzurro, insieme con l’assistente Dalmonte, suonano la carica alla squadra. La brutta copia della Nazionale vista nella prima parte di gara rimane negli spogliatoi. L’Italia che rientra in campo è quella squadra che in questa fase di qualificazione ha fatto innamorare tutti a suon di canestri, grinta e determinazione.

 

Subito parziale in favore dei ragazzi di Pianigiani alla ripresa dei giochi: 0-7. Chiotti, Gallinari e la tripla di Mancinelli rimettono in carreggiata il nostro roster. Karaman ed Arslan vanno a canestro spezzando il momento positivo azzurro, ma i ragazzi “tricolore” non mollano la presa arrivando a ridurre il gap a tre lunghezze grazie alla tripla di Aradori a seguito dei canestri di Cinciarini (4 consecutivi): 53-50.

 

Superata la metà del terzo periodo, l’Italia va addirittura in vantaggio con i due punti di Hackett e la tripla di Cinciarini. Il momento di adrenalina dura poco perché i padroni di casa ripendono a ruggire. Gli azzurri sprecano in attacco e faticano in difesa. Preldzic E Aldemir vanno a canestro, così la Turchia ritorna in vantaggio a fine terzo quarto: 62-56.

 

La rimonta turca avrebbe dovuto tagliare le gambe all’Italia, ma non è stato così. Forse agli uomini di Pianigini piace soffrire ed emozionare negli ultimi dieci minuti di gara. L’Inizio del quarto periodo, però è in salita: -11 e Chiotti out per aver commesso 5 falli. Aradori sigla cinque punti consecutivi e gli azzurri tornano a farsi sentire.

 

Ricordate Gigi Datome, l’eroe della gara di andata? Ecco che il cestista capitolino entra in campo e suona la carica. Verrebbe da dire “ Datome fa cose turche”, ma invece le fa ai turchi. 5 punti consecutivi come biglietto da visita sono un buon presupposto per un finale di gara entusiasmante.

 

Preldzic ed il solito Erden, entrambi in doppia cifra rispettivamente 12 e 14 punti, danno del filo da torcere all’Italia. Sale in cattedra anche Cinciarini con 5 punti consecutivi. Così le squadre camminano punto a punto nella fase finale di gara.

 

L’Italia a 58’’ dal termine è sotto di quattro punti. Ecco che Daniel Hackett con una tripla fa meno uno. Poi è di nuovo il turno di  Gigi Datome ad entrare nella graduatoria dei canestri decisivi, firmando il definitivo 82-83 che consegna la gara in mano agli azzurri.

 

PIANIGIANI INSAZIABILE

“Mi piacerebbe finire il girone da imbattuti, sarebbe un grande risultato.” Queste la parole di coach Pianigiani al termine della gara. Insaziabile l’allenatore azzurro, il quale chiede l’ultimo sforzo alla nazionale sabato prossimo, contro la Bielorussia, a Trieste.

– Vincere per rimanere imbattuti in un girone che alla vigilia non ci dava come favoriti. Ultima soddisfazione chiesta dal tecnico per mettere la ciliegina sulla torta ad un’estate straordinaria e ricca di successi.

– Ovviamente Pianigiani non ha esitato, anche, a spendere parole di elogio nei confronti dei propri giocatori: “ Abbiamo giocato una grande partita in un clima incandescente. Siamo stati bravi nell’ultimo quarto a ribaltare il parziale e vincere contro un avversario ostico. Stiamo facendo esperienze importanti che ci aiuteranno nel corso delle stagioni. Sono pienamente soddisfatto della squadra.”

 

TABELLINO ITALIA TURCHIA 82-83 (21-17; 44-31; 62-56)

Turchia: Balbay 7 (3/6), Preldzic* 12 (2/3, 2/6), Guler* 5 (0/2, 1/1), Koksal ne, Hersek 2 (1/1, 0/ 1), Erden* 14 (6/12), Aldemir 8 (2/2), Gonlum* 8 (2/6), Arslan 12 (0/1, 4/6), Karaman 6 (3/5, 0/1), Cetin* 8 (1/3, 2/3), Edge ne. Allenatore Bogdan Tanjevic.

Italia: Cavaliero, Mancinelli* 7 (2/6, 1/2), Gallinari* 19 (4/7, 2/6), Poeta (0/1, 0/1), Vitali ne, Datome 10 (3/6, 1/3), Magro ne, Gigli 2 (1/3), Cinciarini* 17 (4/5, 2/2), Hackett 5 (1/1, 1/1), Chiotti* 4 (2/5), Aradori* 19 (4/5, 3/3). Allenatore Simone Pianigiani, assistenti Luca Dalmonte, Mario Fioretti.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento sulle squadre del basket milanese, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Basket, Italia – Repubblica Ceca 68 a 56, gli azzurri si qualificano ad Euro 2013

Basket, Portogallo Italia 70 a 82, qualificazioni Euro 2013

Bielorussia – Italia 63 – 84; Basket, qualificazioni Euro2013

Basket Repubblica Ceca – Italia 53 – 63, qualificazioni Euro 2013, partita e commenti

Basket Italia-Portogallo 97-45, qualificazioni Euro 2013

Calendario serie A basket, varato il calendario della stagione 2012/13; esordio casalingo per l’AE7

 

Giovanni Parisio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here