John Carew Inter annulla accordo, Moratti rispedisce a casa il norvegese

L’Inter smentisce se stessa. Martedì 26 febbraio 2013 annuncia, tramite Moratti, l’acquisto in prova di John Carew ed oggi, con un comunicato sul proprio sito ufficiale, rispedisce a casa l’attaccante norvegese. Era veramente il caso di esporsi così tanto? E spunta un tweet, molto sincero, della stessa punta.

 

IL COMUNICATO DELL’INTER – Sono da poco passate le 18 quando l’Inter comunica, tramite il proprio sito internet ufficiale, che l’affare con John Carew è saltato.

– Smentito pubblicamente il presidente Moratti che ieri sera, fuori dalla sede di corso Vittorio Emanuele, aveva annunciato l’acquisto del norvegese.

– “F.C. Internazionale desidera ringraziare l’attaccante norvegese John Carew per la grande disponibilità e professionalità dimostrata. Le sue attuali condizioni atletiche, però, lo costringerebbero a un periodo di lavoro specifico e individuale medio-lungo non compatibile con le esigenze del club”.

 

SIMPATICO, ALTO E VACCINATO … MA PER ME E’ NO – Era la serata di martedì 26 febbraio 2013 quando Massimo Moratti, destando stupore generale, annunciava alle telecamere presenti sotto la sede interista l’acquisto del norvegese: “È a disposizione e come tale può fare riposare qualcuno, sempre che sia all’altezza di questi”.

– Peraltro bisogna dire che lo stesso presidente neroazzurro si era preso due settimane di riserva per decidere se tesserare, o meno, il norvegese: “Vediamo se in queste due settimane c’è anche la forma fisica, la voglia e tutto quello che è necessario per poterlo mettere in condizione di essere utile. Farà una prova di un paio di settimane e poi decideremo”.

– La mattinata di oggi doveva essere quella decisiva. I test atletici, infatti, dovevano dire se John Carew poteva essere in grado di ritornare ad indossare le scarpette. La risposta è stata, fortunatamente, negativa.

– Sotto gli occhi dello staff medico ed atletico dell’Inter, il norvegese si è sottoposto a test fisici che hanno prontamente evidenziato la sua reale condizione che, ovviamente, non gli permetterebbe di poter tornare a calcare i campi di gioco in breve tempo: acciaccato, appesantito e fuori forma.

– Ed era stato lo stesso norvegese, il 30 gennaio 2013, a manifestare i tempi di recupero. Su Twitter, ad un tifoso dell’Aston Villa che gli chiedeva se poteva tornare arruolabile, Carew ‘cinguettava’ così: “Vorrei tornare, ma non sarò pronto per giocare a livello di partita prima del prossimo maggio”.

 

LA VERITA’ SULLE SUE CONDIZIONI FISICHE – “Uno con il suo fisico in una settimana sarebbe pronto per giocare”. Che queste parole, pronunciate dall’agente del norvegese in merito ai tempi di “recupero”, non corrispondessero al vero l’avevamo notato, nel nostro piccolo, anche noi.

– La situazione, oggi, è cambiata profondamente rispetto alla serata di ieri ed è emersa la verità. E’ lo stesso procuratore, Per Arne Flod, a ritrattare tutto: “Chiaramente essendo fermo da ben otto mesi, potrebbe mancargli il ritmo partita. E’ pronto a dare il massimo e tutto il suo contributo. E’ un giocatore di esperienza, se gli verrà data l’opportunità, dimostrerà tutto il suo valore”.

– Fortunatamente, noi crediamo, l’opportunità di dimostrare il suo presunto valore non gli verrà data. L’Inter, seppur dopo un’esposizione mediatica evitabile, ha cambiato idea. Carew non verrà tesserato.

 

UN’AUTENTICA FIGURACCIA – Era veramente necessario esporsi così tanto mediaticamente per capire che Carew, gigante alto 193 cm e pesante, quando calcava i campi da gioco, 88 chili, non sarebbe potuto essere a disposizione di Stramaccioni in tempo debito?

– Era veramente necessario una due giorni di test atletici per capire che il norvegese, data la sua stazza fisica, avrebbe avuto difficoltà a tornare disponibile in una settimana visto che ha abbandonato i campi da gioco lo scorso 23 maggio 2012?

– Era veramente necessario annunciare l’acquisto, seppur in prova, di un giocatore non certamente entusiasmante andando ad alimentare la galleria degli errori/orrori e ponendo il norvegese come successore dei vari Jonathan, Alvarez, Silevstre, Pereira e Rocchi?

– Fate voi. La nostra idea ci sembra abbastanza chiara.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Carew all’Inter è ufficiale, ecco la nuova punta nerazzurra che guadagnerà 300 mila euro da qui a giugno 2013

Inter – Milan 1 a 1 Serie A ventiseiesima giornata, Schelotto risponde ad El Shaarawi

Anteprima derby Inter – Milan 24 febbraio 2013: analisi, precedenti, statistiche, curiosità

Cluj – Inter 0 a 3 ritorno Sedicesimi di finale Europa League, doppio Guarin e Benassi firmano la vittoria

Calciomercato 2013 Inter e Milan, diamo il voto alle due società milanesi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here