Mercedes Classe A: CronacaMilano l’ha provata per voi

RICREARE, RIMODELLARE, TRASFORMARE UN’AUTOMOBILE – Il momento creativo, per i designer di casa Mercedes, deve essere stato molto affascinante. Trasformare completamente le linee di una vettura che ha accompagnato negli anni i suoi possessori, si può davvero definire una sfida.

 

– La Classe A, quindi, ha fatto il suo ingresso nel futuro, in un mercato nuovo per la Casa di Stoccarda, dove in equilibri delicatissimi altri brand automobilistici si danno battaglia da decenni. Del resto, suscitare emozioni con un’auto in un segmento affollato è un vero esercizio di stile e Mercedes, il marchio che vanta l’invenzione dell’automobile, ha sempre dimostrato di averne.

 

– La nuova Classe A è il modello che mancava; in passato alcuni tentativi erano stati fatti producendo la Classe C Compact che, tuttavia, risultò essere un Coupé più vicino ai giovani sportivi, che al pubblico giovane in generale.

 

– La trasformazione, oggi, è avvenuta: le prime luci si sono accese su nuovo modello nel settembre 2012 e l’avvio è stato entusiasmante. Le vendite hanno subito motivato la Casa di Stoccarda a produrre una serie di versioni per tutti i palati, e adesso la Stella brilla anche sul cofano di una versione AMG da oltre 300 cv.

 

– Per Mercedes, infatti, stile, fascino e brand hanno un peso specifico altissimo, quindi perché non metterli a disposizione di tutto il pubblico giovane, esigente e cool?

 

LA PROVA SU STRADA – Saliamo in auto e proviamo questo nuovo modello, ricco di accorgimenti tecnologici tutti da scoprire.

 

– Le linee della vettura dimenticano il passato e rendono la nuova Classe A, un’automobile aggressiva ma gentile.  Nel frontale imponente si percepisce grinta e voglia di emergere. Le fiancate sono fluide e il posteriore chiude le linee in modo aggraziato.

 

– La personalità della vettura, sin dalla prima occhiata, si sente. La guida è scorrevole e silenziosissima, il motore alimentato a gasolio non vibra mai e, aiutati dal cambio automatico a 7 rapporti, ci si districa bene nel traffico.

 

– La percezione degli spazi è garantita dal sistema di controllo perimetrale: in ogni momento sappiamo, anche in marcia, a che distanza si trovano le altre vetture. Curiosità: la leva del cambio è posizionata sul volante, come anche le “palette” per la guida in modalità sequenziale.

 

– Quando lasciamo la città per itinerari extraurbani, la comodità della vettura esprime il suo meglio: l’auto si appoggia nelle curve con un rollio moderato, gli pneumatici seguono il conducente nelle traiettorie impostate, non si ha mai la sensazione di vettura neutra e si sente bene anche il beccheggio.

 

– Su questo modello, inoltre, le sospensioni, sono morbide, e le asperità dell’asfalto si percepiscono appena; la vettura è molto confortevole ma, anche a velocità sostenuta, si ha sempre la sensazione di sicurezza.

 

– Gli accessori, veri plus, sono infiniti: navigazione a richiamo vocale; la possibilità di connettere  il nostro smartphone e utilizzarlo come sistema integrato per la musica; non manca anche il sistema di parcheggio automatico. Per utilizzare quest’ultimo, il nostro compito è unicamente quello di mantenere una velocità sotto i 20 km/h. Dopodiché,  ci viene subito indicato lo spazio dove la vettura può parcheggiare, quindi schiacciamo un tasto e oplà: la nostra Classe A si inserisce nel parcheggio in modo automatico, si deve solo prestare attenzione a frenare e… il resto è magia. Nel pacchetto sono inseriti anche il sistema di antiabbagliamento degli specchietti, la regolazione automatica dei fari e tanto altro ancora.

 

– Gli interni sono curati, nella versione in prova l’allestimento in pelle è tutto a doppia cucitura, avvolgente e coinvolgente. I sedili sportivi ne sacrificano un po’ la perfetta regolazione, ma sono appositamente pensati per una seduta comoda in totale sicurezza,

 

– La grande cura riposta anche nei minimi dettagli emerge, uno su tutti, da un semplice esempio: i fari sono firmati. I battitacco delle portiere anteriori, in più, sono illuminati e, di sera, sono un vero tocco di classe… in questo caso Classe A

 

– Per provare di persona la nuova Classe A si può approfittare del Mercedes-Benz Center di Milano, in via Gallarate 450: il più grande Centro Mercedes-Benz del Sud Europa, vero e proprio punto di riferimento del Marchio della Stella.

 

– All’intero della vasta concessionaria, infatti, i visitatori hanno la possibilità di ripercorrere tutta l’affascinante storia di Mercedes, partendo dai suoi albori e ammirandone i mitici modelli d’epoca, passando poi per l’evoluzione dell’Auto. L’abs, i sistemi di risparmio-carburante e molto altro ancora, per conoscere quanti studi vi siano dietro ad un’automobile creata da chi le automobili le ha inventate. In più, per chi ha voglia di sognare, consigliamo un giretto nel reparto AMG, “accarezzare” i veri bolidi da pista, per una volta, sarà alla mano di tutti.

 

Cosa ci è piaciuto: la sensazione di una vettura nuova, la solidità, gli apprezzamenti del pubblico giovane, gli interni curatissimi.

 

Cosa non ci è piaciuto: ammortizzatori morbidi (la linea non lo farebbe pensare), un po’ troppe leve sul volante. Il prezzo, la soglia d’ingresso viene fissata ad euro 24.430 (vanto compreso).

 

 

Leggi anche:

Aperitivi e brunch Milano “Tentazione CLA” Mercedes Benz, calendario di giugno 2013 e info per partecipare al concorso più cool delle 4 ruote con la Stella

Classe A Mercedes Milano, I LIKE IT

Smart Elettrica Milano, comfort e tecnologia: la prova su strada

Nuova Classe M Mercedes Milano, libertà ed avventura racchiusi in un must di eleganza

Mercedes SLK Roadster, a Milano presentata la nuova icona dell’auto sportiva

C.A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here