Derby Inter – Milan 1 a 0 Serie A diciassettesima giornata, Palacio decide l’incontro

Abate e PalacioFino all’85’ stavamo già pensando a commentare il misero punticino che stava uscendo da un derby dove la grinta aveva superato la classe. Palacio, però, ha capovolto ogni giudizio; splendida rete a cinque minuti dalla fine ed Inter che, forse, dà quella svolta alla stagione che attendeva da diverse settimane. Rossoneri ingenui e con i nervi troppo tesi, vedasi l’espulsione nel finale a Muntari.

 

Erick Thohir e Barbara Berlusconi ci saranno; le coreografie no. La curva Nord neroazzurra ha deciso di donare solidarietà alla curva Sud rossonera che, nel pomeriggio, si è vista vietare dalla Digos di entrare con la coreografia prevista.

 

In un clima da ‘dentro o fuori’, Allegri e Mazzarri hanno promesso di salutarsi e di rispettarsi. La rivalità tra loro è molta; non si sono mai amati e mai lo faranno. La classifica non sorride a nessuno dei due ed entrambi sono sulla graticola. Il tecnico livornese a fine stagione lascerà, quello di San Vincenzo rischia di saltare se non dovesse raggiungere l’obiettivo Champions.

 

In questo quadro, Mazzarri schiera una formazione ancora più difensiva del solito. Guarin alle spalle di Palacio, con una mediana composta da Jonathan, capitan Zanetti, Cambiasso, Taider e Nagatomo. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Campagnaro, Rolando e Juan Jesus. Squalificato Alvarez, ancora panchina per Kovacic.

 

Allegri accantona l’idea Matri e ripropone l’albero di Natale con Saponara e Kakà alle spalle di Balotelli e Matri. Centrocampo privo di Montolivo, squalificato, ma con De Jong ed i due ex, Poli e Muntari. In difesa, davanti ad Abbiati, non recupera Emanuelson; dentro Constant con Zapata, Bonera e De Sciglio.

 

Al 1’ subito proteste dell’Inter per una mancata ammonizione a Muntari per fallo da dietro su Guarin. Pochi secondi dopo ci prova Nagatomo dall’out di sinistra: Bonera, in scivolata, allontana.

 

Al 7’ arriva il primo tiro in porta: l’autore dello stesso è Palacio, ma Abbiati blocca senza problemi. Sul capovolgimento di fronte contropiede rossonero iniziato da un tunnel di Saponara su Campagnaro e concluso da un destro debole di Balotelli.

 

Si rende più pericoloso SuperMario al 9’: girata di destro dal limite dell’area. Palla sopra la traversa. Milan avanti anche all’11’: conclusione mancina di Kakà insidiosa che viene smanacciata da Handanovic.

 

La risposta neroazzurra arriva dai piedi di Guarin: girata al 15’ che per poco non finisce per sorprendere Abbiati, leggermente fuori dallo specchio della porta. Al 22’ ci prova anche Muntari, ma il suo destro termina a lato.

 

Al 24’ Cambiasso atterra Balotelli dai trenta metri; Mazzoleni risparmia il giallo all’argentino. Della battuta si incarica SuperMario: la barriera ribatte due volte. Sulla ripartenza primo giallo del match: se lo prende De Sciglio che interrompe il contropiede dell’Inter.

 

Al 29’ incredibile palla-gol fallita da Poli che, su un’uscita errata di Handanovic, si ritrova il pallone tra i piedi, ma spara alto dal limite dell’area piccola.

 

Al 40’grandi proteste dell’Inter per un intervento di Zapata in area di rigore su Palacio. Il replay ci fa propendere per il penalty. Pochi secondi dopo brutta gomitata di Guarin su Bonera; altro errore di Mazzoleni che non sanziona il colombiano; era da rosso.

 

La partita si innervosisce: al 44’ entrataccia di Muntari su Jonathan. Intervento a martello sulla caviglia del brasiliano; niente sanzione da parte di Mazzoleni. Le immagini ci portano a dire che era da rosso diretto.

 

Al 46’ ammonito Constant per fallo su Guarin. Dopo due minuti di recupero termina il primo tempo. 0 a 0 a San Siro con un unico protagonista, in negativo, Mazzoleni che non concede un rigore ai neroazzurri e non estrae il rosso per Guarin e per Muntari. Parlando di calcio giocato, il match ha riservato poche emozioni; meglio il Milan, soprattutto nella prima mezz’ora.

 

Nell’intervallo riscaldamento prolungato per Kovacic ed Emanuelson, ma all’inizio della ripresa entra solo il laterale olandese che prende il posto di Constant che ha accusato un trauma distorsivo alla caviglia.

 

Al 46’ subito propositivo Jonathan che entra in area dalla destra e va a tiro: Abbiati, a terra, blocca senza problemi. Al 50’ occasonissima per l’Inter con Campagnaro che, sugli sviluppi di un corner, sfiora la rete del vantaggio. La palla impatta su Zapata che, sulla linea, respinge.

 

Al 52’ ci prova Balotelli, ma Handanovic in tuffo allontana con decisione prima che Nagatomo intervenga con il braccio; poteva starci in penalty. Al 55’ SuperMario ancora pericoloso con un esterno destro che sfiora il palo alla destra dell’estremo difensore sloveno.

 

Dopo un minuto dentro anche Kovacic: il talento prende il posto di Taider e cercherà di migliorare la costruzione di gioco interista. Al 58’ giallo per Guarin che trancia De Sciglio; che rischio per il colombiano che sta approfittando dell’inadeguata direzione di Mazzoleni.

 

Al 61’ numero di Kovacic che porta De Jong a farsi ammonire dopo aver subito un tunnel a metà campo. Al 66’ ammonito anche Juan Jesus per un fallo su Balotelli. Al 67’ secondo cambio per l’Inter, ma a sorpresa Mazzarri non inserisce una seconda punta; dentro un altro centrocampista, Kuzmanovic, al posto di capitan Zanetti.

 

Al 70’ anche Rolando viene ammonito per aver fermato con la mano la palla. Dai trenta metri ci prova Balotelli, ma non inquadra la porta. Al 75’ cambia anche Allegri: dentro Matri al posto di Saponara, autore di una discreta prova.

 

Al 77’ contropiede micidiale dell’Inter avviato da Jonathan e concluso, malamente, da Palacio che sbaglia l’apertura per Guarin e consente il recupero di De Sciglio. Pochi secondi dopo ci prova anche Kovacic, ma la sua conclusione termina ampiamente sopra la porta difesa da Abbiati.

 

All’80’ doppia occasione da rete di Palacio che, dall’interno dell’area di rigore, si fa murare in due circostanze da Abbiati. All’82’ Mazzarri esaurisce i cambi: dentro Icardi per Cambiasso.

 

La migliore forza dell’Inter di questi minuti si concretizza all’86’ quando Palacio, con uno splendido colpo di tacco, spacca il match battendo Abbiati. 1 a 0 a San Siro.

 

Allegri risponde inserendo subito Pazzini per Poli; prima di battere, ammonito Balotelli per protesta. Nel finale rosso giusto a Muntari che accende una rissa tirando una inutile spallata a Campagnaro.

 

Dopo quattro minuti di recupero, Mazzoleni fischia la fine. A San Siro termina 1 a 0. L’Inter fa risultato, nonostante il match sia trascorso sui binari dell’equilibrio. Per il resto i soliti problemi: neroazzurri poco incisivi in fase di costruzione di gioco e rossoneri troppo incerti nel momento di difendere.

 

Tre punti fondamentali per l’Inter che salgono a quota 31 ed accorciano sul Napoli (a 36 dopo il pareggio di ieri). La distanza dalla Fiorentina rimane sempre di 2 punti. Il Milan, invece, rimane a 19 e vede la zona retrocessione a soli 5 punti.

 

Il 2014 inizierà, per entrambe, lunedì 6 gennaio 2013 quando il Milan affronterà, a San Siro, l’Atalanta alle 15.00 mentre l’Inter, alle 18.30, farà visita alla Lazio.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima derby Inter – Milan 22 dicembre 2013, precedenti, probabili formazioni, curiosità

Sorteggio Ottavi di finale Champions League, Milan – Atletico Madrid

Infortunio El Shaarawi Milan e cessione Guarin dall’Inter al Chelsea, tutti i dettagli

Sorteggi Mondiali 2014, Italia con Uruguay, Inghilterra e Costarica. Analisi, precedenti, elenco delle partecipanti

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here