Psichiatra stupratore Lodi, arrestato medico 55enne reparto psichiatrico di Codogno per violenza sessuale pluriaggravata ai danni di 2 pazienti

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto un medico 55 enne del reparto psichiatrico di Codogno per violenza sessuale pluriaggravata ai danni di due pazienti ricoverate.

 

 

 

LA PRIMA PAZIENTE, DI SOLI 20 ANNI

  • La vicenda è iniziata nel giugno del 2010, quando una giovane italiana di circa 20 anni venne ricoverata presso il reparto psichiatrico di Codogno a seguito di una grave crisi depressiva.
  • Secondo quanto emerso, col passare del periodo di ricovero e approfittando del proprio ruolo, il medico sarebbe riuscito a vincere le resistenze della giovane paziente, rendendo le proprie carezze, col tempo, sempre più intime, fino a giungere alla violenza sessuale.

 

LA SECONDA PAZIENTE – Nel reparto la ragazza conosceva un’altra giovane paziente, di poco più grande, con cui si è confidata. In questo modo la giovane è venuta a scoprire che analogo trattamento era stato riservato anche all’amica, in più circostanze, anche all’interno dell’ospedale durante i turni notturni.

 

ANSIOLITICI E SEDATIVI PER ABBATTERE LE RESISTENZE – In base alle ricostruzioni eseguite, per vincere le resistenze delle pazienti, oltre a farsi forte del suo ruolo, il medico avrebbe utilizzato anche ansiolitici e sedativi, che portava con sé durante gli incontri continuati anche dopo le dimissioni dal reparto.

 

IL CORAGGIO DI DENUNCIARE IL MEDICO

  • Nel mese di dicembre la paziente più giovane ha trovato il coraggio di rivolgersi alla Compagnia Carabinieri di Codogno raccontanto quanto subìto;
  • i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno avviato le indagini riuscendo anche a convincere la seconda vittima a sporgere querela per quanto accaduto.

 

L’ARRESTO

  • Il gip presso il Tribunale di Lodi ha concordato con le risultanze investigative dei Carabinieri e della Procura della Repubblica di Lodi, disponendo l’arresto del medico;
  • l’uomo è stato condotto agli arresti domiciliari con la pesante accusa di violenza sessuale pluriaggravata.

 

L’APPELLO DEI CARABINIERI PER LE ALTRE EVENTUALI VITTIME DEL MEDICO – I Carabinieri invitano le pazienti che dovessero eventualmente aver subito analogo trattamento a farsi avantI: vincete la paura e venite a denunciare quanto subìto.

 

Leggi anche:

Tentato stupro piazza Sant’Ambrogio Milano, una 29enne è stata aggredita da un romeno di 48 anni a pochi metri dall’università Cattolica

Processo rom costretta a rubare e drogarsi, chiesti 20 anni per il padre

Filma stupro con telefonino e incastra pedofilo

Stuprata da amici conosciuti in chat, presi uno studente di 23 anni, un 18enne e un 17enne

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here