Writers Milano, presi tre ragazzi da Security Atm. Bilancio interventi dal 2012

stazione Cadorna MilanoIeri mattina, grazie agli uomini della security di Atm, tre writers, un italiano, uno svizzero e uno spagnolo, sono stati fermati e consegnati alle forze dell’ordine.

 

L’ARRIVO, A QT8 – In base a quanto emerso erano le 9.30 circa quando “i tre ragazzi, dotati del il tipico corredo da graffitari (street wear, zainetti, macchine fotografiche) – ha spiegato Atm –, hanno saltato il tornello alla fermata di QT8. L’agente di stazione – ha proseguito Atm –, ha prontamente avvisato la sala operativa, che ha quindi seguito i ragazzi attraverso le telecamere di sorveglianza a circuito chiuso e contemporaneamente  sono state allertate le forze dell’ordine”.

 

IL BLOCCO, A CADORNA – Nel frattempo i tre sono scesi alla fermata Amendola, dove si sono fermati sulla banchina per fotografare i treni mentre passavano, e dove le rondine di Atm (uomini della sicurezza in borghese) hanno potuto seguirli fino alla fermata Cadorna, dove sono scesi e sono stati bloccati con la scusa di controllare il biglietto.

– I tre “sono stati quindi trattenuti per eseguire le operazioni sanzionatorie – ha specificato ancora Atm –, fino all’arrivo tempestivo della Polizia Giudiziaria che, dopo averli identificati, li ha portati via”.

– La operazioni si sono svolte senza recare alcun danno o disturbo ai passeggeri.

 

IL COMMENTO DI ATM – “Un ottimo risultato, per un’operazione che vede gli uomini di Atm in prima linea verso la lotta al vandalismo, ma non solo – ha commentato Atm. – L’operazione di questa mattina dimostra come Atm riesca a contrastare fenomeni sensibili grazie al coinvolgimenti di tutti i settori dell’azienda e alla collaborazione con le forze dell’ordine”.

 

IL BILANCIO DAL 2012 A OGGI – Dal 2012 le denunce effettuate da Atm sono state più di 50, per quasi 200 persone.

– Dal 2012, ha aggiunto Atm, è stato attivato un Servizio Security al cui interno sono state inserite figure formate ad hoc o riqualificate, un servizio che si è aggiunto alle squadre già esistenti, deputato sia alla sorveglianza sia alla sicurezza.

– Dall’inizio dell’attività anti-writers, il numero di attacchi medi mensili è diminuito, come il numero di imbrattamenti riusciti, sceso dal 78% al 34%.

– “Dall’agosto 2012 – ha concluso Atm –, la collaborazione con la Polizia Giudiziaria e con la Procura della Repubblica si è molto intensificata. Inoltre, tutti i disegni e le tag (le firme dei writers) vengono filmati prima di essere rimossi in modo da risalire agli autori attraverso la banca dati internazionale delle forze dell’ordine. Questa ultima attività ha permesso di procedere a specifiche denunce”.

 

—-

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Denuncia writers con droga via Giovanni da Milano, in manette due giovanissimi

Danni occupazione teatro Lirico Milano, 20mila euro di danneggiamenti causati da antagonisti

Degrado via Cadolini Milano, comitato residenti contro spaccio, rifiuti e rom abusivi. Intanto, impazzano le spese per Expo

Writers indagati Milano per imbrattamento treno metropolitana Gessate, aggredirono anche un macchinista

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here