Furto gioielleria via Bigli, ancora una volta il buco nella panetteria di fianco

E’ successo la scorsa notte, ancora una volta nel Quadrilatero di Milano, quella zona apparentemente “intoccabile” dove gli unici protagonisti dovrebbero essere lusso, sfarzo, sontuosità.

 

In realtà, per le gioiellerie non è un buon periodo; a fine aprile, infatti, sono state 3 quelle visitate dai ladri, nel dettaglio una in piena via Manzoni, una in San Giovanni sul Muro (zona Cairoli) con preziosi rubati per centinaia di migliaia di euro, e una galleria d’arte dove un turista spagnolo ha tentato di intascarsi un prezioso ciondolo.

 

Ora, in via Bigli, parallela di Montenapoleone, ci risiamo: un nuovo colpo da manuale o, per meglio dire, da film, poiché due ladri hanno utilizzato un pistone idraulico per fare un buco nella panetteria accanto alla gioielleria, ricordando l’intramontabile film “I soliti ignoti”.

 

In realtà, a ben guardare i due malviventi non sono stati gli unici, film a parte, a tentare un tale colpo: quasi due anni esatti fa, a fine aprile 2010 era stato infatti il turno di una gioielleria in via Pisa, depredata con la medesima tecnica: buco effettuato nella notte sulla parete della panetteria di fianco.

 

All’epoca il bottino era stato notevole: 50mila euro in preziosi e una fuga in grande stile.

 

Questa volta, invece, non si può dire che i due ladri abbiano avuto il “lieto fine”.

 

Usciti in tutta fretta con tanto di borsone, infatti, i due non sono neanche riusciti a portare via tutta la refurtiva, lasciando sul pavimento della panetteria parte dei 100mila euro in preziosi sottratti. Una volta per strada, inoltre, non sono passati inosservati ad una pattuglia della Polizia in presidio del territorio.

 

Gli agenti non ci hanno quindi messo molto a bloccare ed identificare i due malviventi, nonostante uno dei due abbia tentato di nascondersi nella vicina piazzetta Giordano, dove sorge un cantiere.

 

La Polizia ha così recuperato il borsone e identificato i ladri, risultati essere “vecchie conoscenze”:

– L.P., 61 anni, con precedenti,

– G.G., 58 anni, anch’egli con precedenti.

 

Per i due uomini si sono quindi spalancate, invece che le porte della fortuna, quelle di San Vittore.

 

SCRIVETECI – Per le vostre segnalazioni circa i problemi della vivibilità a Milano, quali ad esempio luoghi di spaccio vicino a casa, degrado sui mezzi pubblici abitualmente utilizzati, difficoltà di convivenza con comunità nomadi istallate abusivamente nel quartiere, negozi che non rilasciano lo scontrino fiscale o quant’altro, scriveteci a redazione@croncamilano.it

– Il nostro Staff presterà la massima attenzione ad ogni segnalazione, per mettere in luce le problematiche cittadine apprendendole direttamente da chi le vive ogni giorno, ed eliminando in questo modo i “soliti filtri politici”.

 

Leggi anche:

Emergenza sicurezza Lorenteggio Milano, intervista di CronacaMilano a Massimo Girtanner di zona 6 e Gaetano Bianchi di Ascoleren: 10 negozi hanno già chiuso

Donne aggredite Milano, è record: tra stupri e rapine 13 casi in 10 giorni, elenco e dettagli

Ragazza aggredita Milano zona Stazione Garibaldi, la vittima scrive a CronacaMilano ed esce dal silenzio

Truffa vendita auto BMW Milano, una vittima scrive a CronacaMilano e racconta la sua odissea

Rom Milano, foto via Cusago e cavalcavia Bacula, continuate a raccontarci come vanno le cose

Furto cioccolateria piazza del Carmine Milano, rubano cuori di cioccolato e altre bontà

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here