Furti appartamenti Milano e hinterland, presa banda di albanesi disoccupati, senza fissa dimora e con precedenti

ScassoHanno tutti tra i 17 e i 31 anni i cinque albanesi – quattro dei quali imparentati tra loro – arrestati o sottoposti a fermo dalla Squadra Mobile di Milano al termine di due diverse operazioni. Sono tutti sospettati di far parte della medesima banda di topi di appartamento che, in diverse località della Lombardia, negli ultimi tempi avrebbe portato a segno diversi colpi.

V.N., risultato essere il più anziano della banda, si trovava a Paderno Dugnano in compagnia del nipote, quando è stato avvistato da un’auto civetta degli agenti della seconda sezione.

I due criminali erano appostati in procinto di svaligiare l’ennesimo appartamento della zona. Una volta scorta la vettura della Polizia, però, hanno provato a seminarla fuggendo a tutto gas.

 

Ne è nato un inseguimento degno dei migliori film polizieschi: l’auto dei due albanesi ha speronato per due volte quella della Polizia, prima di impattare contro la vettura di un automobilista di passaggio.

 

V.N. è stato prontamente bloccato dagli agenti in via Cesare Battisti.

 

Il nipote, invece, riuscito a dileguarsi, è stato acciuffato più tardi in via Luigi Bianchi, vicino al Niguarda, sotto casa della sua ragazza. Indosso aveva ben 11 mila euro in contanti.

 

Gli altri due parenti e membri della banda, il 19enne E.N. e il 22enne E.N. (le iniziali sono uguali per entrambi i giovani, ndr), sono stati arrestati insieme a N.G., di 22 anni, in via Gadames, in zona Certosa, anch’essi al termine di un altro rocambolesco inseguimento. Sulla loro auto sono stati rinvenuti diversi gioielli frutto delle rapine.

 

Ma non è finita qui, poiché nei locali di un appartamento, usato da alcuni dei membri della banda, gli agenti hanno trovato altri 9.000 euro in contanti e le chiavi di un’Audi A3, risultata rubata a Genova il 26 ottobre scorso e ritrovata parcheggiata in via Giorgio Perlasca.

 

Dai controlli effettuati dalla Polizia, tutti e cinque gli albanesi – disoccupati e senza fissa dimora e, alcuni di loro, con precedenti alle spalle – usavano gravitare in zona viale Certosa a Milano.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rapina farmacia Milano via Fratelli Zoia, elenco principali rapine accadute durante il weekend a Milano

Rapina supermercato via Negroli Milano, oramai i reati nella via non si contano più, è davvero piena emergenza

Degrado e rom via Cagliero Milano, una lettrice: “Ci passo tutti i giorni da 40 anni, da un anno e mezzo è come Calcutta”. Foto

Degrado via Petrella Milano zona Caiazzo Centrale, un lettore: “Pisapia non aveva detto che avrebbe impedito la formazione di nuovi ghetti cittadini? Invece non interviene nessuno!”

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here