Proteste Vie d’acqua Expo Milano, il Comitato No Canal continua a lottare

alberi No CanalIl Comitato “No Canal” continua la propria lotta per salvare i parchi cittadini dai canali voluti dalla Giunta Pisapia per Expo 2015. In questo senso le proteste, le azioni, i blocchi e, soprattutto, la grande rabbia verso un dialogo completamente negato dal Comune arancione, non si fermano mai.

 

Han voglia di parlare di dialogo assessori comunali, regionali e consulenti di Expo spa – ha esordito il Comitato”.

 

L’opposizione alla Via d’acqua, infatti, aumenta a vista d’occhio – continuano i portavoce No canal – e sempre meno cittadini prestan fede all’ennesimo tavolo condotto dal consulente del sindaco, Gianni Confalonieri, contestato durante l’assemblea pubblica svoltasi ieri sera nel quartiere Olmi. A due passi dal nuovo cantiere della via d’acqua, inaugurato ieri nel parco pubblico di via Cividale del Friuli, dove questo pomeriggio alcuni cittadini han bloccato nuovamente i lavori”.

 

Le ruspe di Expo Spa stanno devastando un altro pezzo di verde cittadino. Un parco che pochi conoscono, sorto meno di 20 anni fa nella cosiddetta Baggio ‘nuova’. A due passi da via Cancano, dove settimana scorsa i cittadini erano riusciti a far spostare le ruspe.

 

“In via Cividale gli operai sono arrivati prima dell’alba, in sordina, quasi nascondendosi”, ci spiega Giovanna, la prima che ha informato la mailing list del comitato No canal.

 

“Gli operai hanno tracciato di rosso decine di piante, nascondendosi alla vista degli abitanti dei palazzoni circostanti –, prosegue.

 

Abbiam bisogno di un intervento, aiutateci! – è il suo SOS, condiviso da tanti altri abitanti. E dopo Gallaratese, Trenno e Baggio, i cantieri sul verde pubblico rischiano di aprire un nuovo fronte di protesta.

 

Pensavo che stessero tagliando degli alberi malati –, ci racconta invece un’anziana signora che porta a spasso il cagnolino – E pensare che li ho anche votati…che roba. Ma adesso con queste transenne dove lo porto a far popò? –, ci chiede.

 

“Mentre il Consiglio di Zona 7, primo obiettivo delle proteste cittadine, continua a negare un vero confronto – spiegano ancora i portavoce del Comitato – e nessuna discussione è stata accettata dalla maggioranza, a soli due giorni dalla partecipata manifestazione cittadina a difesa del paesaggio, i lavori per la Via d’acqua continuano come se nulla fosse.

 

Fonti interne a Palazzo Marino, che preferiscono rimanere anonime – sottolinea il Comitato No canal –, confermano che la strategia concordata da Confalonieri-Sindaco-Giunta è quella della tenaglia. Tradotto: sfiancare i comitati con continui tavoli di dialogo, mentre le ruspe e i cantieri circondano da nord (area cascina Merlata-Triboniano) a sud i parchi cittadini, come in una tenaglia fatta di escavatori e cemento.

 

Giunta e Consiglio, del resto, sembrano esser sordi a qualsiasi richiesta da parte dei cittadini.

 

“Le pressioni sono molto forti – spiega ancora il Comitato –, così come ha dimostrato l’atteggiamento tenuto lunedì sera dalla consigliera comunale Elisabetta Strada, eletta nella lista dei ComitatiXPisapia, durante una diretta ad hoc negli studi di Telenova. A ribattere alle sue dichiarazioni c’erano due ex attivisti degli stessi Comitati, mentre un altro ha concordato con la giornalista temi, immagini e modi della trasmissione.

 

Si acuisce così la frattura tra giunta e i suoi elettori – concludono i cittadini.La rivoluzione che prometteva di essere gentile sta provocando un forte risentimento. Il sogno di una Expo partecipata sta naufragando nel mezzo metro di acqua di un canale che nessuno, ormai, vuole più”.

 

———-

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi  anche:

Occupazione centro sociale Zam ex scuola via Santa Croce Milano e degrado parco delle Basiliche, l’interrogazione a Pisapia in consiglio comunale

Degrado via Arquà via Padova Milano, la mail shock di una residente, punto per punto

Degrado viale Sarca Milano, una lettrice: “Hanno tentato di stuprarmi. In più scippi, furti dentro auto, marciapiedi come latrine e altro”. Il punto della situazione

Degrado via Padova, continuano le segnalazioni dei residenti: “Via Padova, via dei Transiti, via Arquà, via Crespi: dove sono gli interventi promessi dal Comune?”

Degrado parco Testori Milano, una residente furibonda: “Ecco cosa succede ed ecco cosa mi avevano scritto assessori e politici. Qualcuno ci aiuti!”

Sicurezza Zona 4 Milano, incontro tra cittadini e assessore Granelli, la situazione shock del quartiere

Rom via Pestagalli e via Cassio Milano, centinaia di abusivi e decine di baracche, inutili le petizioni inviate dai residenti all’assessore alla Sicurezza Granelli

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. mi è stato riferito che dalla Regione Lombardia è stato detto di andare avanti con i lavori e non badare a quei quattro contestatori. Sapete dire qualcosa?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here