Furto metropolitana rossa Milano, lettore sventa ennesimo scippo di due rom ai danni di un turista russo

Ennesimo episodio di un crimine svoltosi a Milano ai danni di turisti che hanno scelto di trascorrere qualche giorno nella nostra città (nella foto, l’assessore alla Sicurezza, Marco Granelli, PD). La segnalazione giunge da un nostro lettore che, trasferitosi dalla Sicilia nella capitale meneghina, non solo è rimasto vittima di numerosi scippi, ma, ieri, ha anche assistito ad un tentato borseggio in metropolitana, ai danni di un turista russo diretto al Salone del Mobile. Due rom hanno circuito la vittima distraendola ma, il nostro lettore, è subito intervenuto, inviando alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) il racconto dell’accaduto:

 

ENNESIMO EPISODIO CRIMINALE IN METROPOLITANA – “Salve – scrive il nostro lettore, – volevo segnalarvi un altro episodio accaduto sulla metropolitana ‘rossa’, oggi, domenica 14 aprile 2013.

 

I TURISTI ARRIVANO A MILANO FELICI E VANNO VIA SCONTENTI E DERUBATI – “Con la scusa del Salone del Mobile, i rom fanno festa a derubare i turisti – precisa il lettore, – che arrivano contenti a Milano, per andare via scontenti da una città  senza sicurezza…..

 

VI SPIEGO COM’E’ ANDATA” – “Quello al quale ho assistito è stato un furto – prosegue il lettore, – in diretta e direttamente dalle tasche anteriori della vittima.

– “Vi spiego come è andata – aggiunge, – dato che ho sventato io il peggio, poiché ho visto dall’inizio alla fine il tutto e, per fortuna, ho salvato i soldi che il turista teneva nelle tasche davanti.

 

MENTRE UNA ROM HA CHIESTO INFORMAZIONI AL TURISTA, L’ALTRA GLI HA INFILATO LE MANI NELLA TASCA CON I SOLDI – “Si aprono le porte della metro ed entra tantissima gente, quindi tutti vicini vicini – racconta il lettore.

– “Nella folla si mischiano anche due ragazze rom – sottolinea il lettore, – una circa 1.65 capelli mossi di colore biondo e castano, un po’ robusta di taglia 48 circa, e l’altra alta 1.70 taglia 42 circa capelli castani.
– “E’ stata quest’ultima – racconta il lettore – che ha distratto il turista russo chiedendo un’informazione in inglese.

– “Mentre il turista ha risposto alla domanda – prosegue, – la sua collega ladra, con una borsa posata sulla grande pancia finta che aveva, e le mani coperte dalla borsa stessa, ha aperto la tasca del turista infilandoci dentro la mano destra.

 

L’INTERVENTO DEL NOSTRO LETTORE E LA FUGA DELLE LADRE – “A questo punto intervengo io – dice ancora il lettore, – facendo segnale al povero turista, ritenuto ‘ricca preda’ poiché russo.

– “Lui mi capisce e spinge via la ragazza – aggiunge, –  io grido ladra davanti a tutti e le due rom negano, poi si aprono le porte e iniziano a fuggire.

 

QUESTA E’ MILANO, CITTA’ SENZA SICUREZZA E SENZA LEGGI” – “Questa è la città di Milano – esclama il nostro lettore esasperato, – senza sicurezza per colpa sia delle leggi che non abbiamo, sia di tutti questi stranieri che vengono in Italia solo per rubare, uccidere, violentare e fare di tutto, tanto non hanno niente da perdere..

 

MENTRE IL SINDACO PISAPIA E’ CIECO, SPERIMO CHE MARONI CI VEDA BENE” – “Vi saluto vi aggiorno – conclude il nostro lettore. – Speriamo che tutto vada per il verso giusto e che qualcuno ci aiuti nell’ambito della sicurezza… speriamo Maroni ci veda bene: lasciamo ormai perdere il Signor Sindaco, perché tanto non ci considera neanche. Saluti”

 

Per ulteriori scippi e illeciti avvenuti nelle metropolitane milanesi, Leggi anche:

– Scippo zingari metropolitana Loreto Milano, la vittima: “Hanno saltato i tornelli, li ho inseguiti, ma nessuno ha fatto nulla. Sono esasperato, basta!”

– Scippo metropolitana Duomo Milano, vittima scrive a CronacaMilano: “Sono state due zingare, mi hanno bloccata mentre salivo sul treno”

– Furto in appartamento via Ampere Milano e scippo Stazione Centrale, lettore scrive a CronacaMilano

– Furbetti Atm Milano, una lettrice segnala come evitano di obliterare il biglietto e il personale non interviene, classifica dei tornelli più “abusati”

– Metropolitana Milano, tornelli scavalcati sulla linea verde e controlli scarsi, il racconto di una lettrice

– Scippo catenina Milano metropolitana Loreto, a terra un 50enne, ladro arrestato in via Pergolesi

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Per i Rom a Milano stanziati 6 milioni di euro, ecco tutte le spese del Piano approvato dal Comune

 

Di Redazione

4 COMMENTI

  1. Caro Sergio, ma come mai ce l’hai così tanto con Pisapia? Guarda che Milano o no, Moratti o Pisapia, destra o sinistra, la criminalità c’è e ci sarà sempre e poi… se alla sicurezza non ci pensa lui potrebbe farlo la regione… oppure Maroni pensa solo al continuuuuuummmm di spese in sciocchezze???

    • E’ vero Marcello !

      rassegnati, dai l’esempio della rassegnazione
      chi si accontenta gode !!!!

      A milano chi cavalca il cavallo tutti i giorni, prima di salire in sella dice:
      anche oggi, cavalco somaro di turno.

      Pisapia & co, ne hanno una scuderia smisurata !!!!!!!! ( tutti i milanesi bilotti )

  2. il Sig. Sindaco
    NON E’ CIECO…….E………CONNIVENTE
    per una batteria di voti futura
    quando permetterà ai rom di votare ( e…..sono tanti !!!! )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here