Furto in appartamento via Tito Livio Milano, la vittima: “Sono uscita 20 minuti per prendere il mio fratellino a scuola e mi hanno svaligiato casa; al nostro ritorno erano ancora dentro”

furto via Meloria 2Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da una giovane residente in via Tito Livio. La lettrice racconta allibita di essersi assentata da casa per circa 20 minuti, necessari per andare a prendere a scuola il fratellino di 7 anni, quando al ritorno ha trovato la porta bloccata e un furto in corso. “Sono riuscita a rompere il chiavistello e ad entrare in casa – scrive la ragazza. – Mio fratello, nella sua ingenuità di bambino, era entrato nell’appartamento quasi correndo; io vedendo con la coda dell’occhio il disordine fatto dai ladri e percependo ancora la loro presenza l’ho afferrato e portato fuori. Ho chiamato immediatamente la polizia, segnalando la presenza dei ladri e il fatto che avevo con me un bambino di soli sette anni. La risposta della polizia mi ha lasciato di stucco: ‘Signora si rechi a fare la denuncia’.”

 

SPERO CHE RENDIATE NOTO CIO’ CHE MI E’ SUCCESSO” – Buonasera cari giornalisti – esordisce la nostra lettrice, – vi scrivo la mia storia con la speranza che la possiate pubblicare e rendere noto ciò che è successo.

 

SONO USCITA 20 MINUTI PER ANDARE A PREDERE MIO FRATELLO A SCUOLA, E I LADRI MI HANNO SVALIGIATO CASA” – “Giovedì 9 gennaio 2014 – prosegue la giovane –, verso le 17:45 sono uscita della mia abitazione sita al piano terra di un palazzo di via Tito Livio, a Milano, per dirigermi a scuola a prendere mio fratello.

– “La scuola dista all’incirca 700 metri di distanza – sottolinea la giovane residente.

– “In totale sono stata via 20 minuti – aggiunge, – tempo sufficiente affinché i ladri mi svaligiassero casa.

 

TENEVANO BLOCCATO IL CHIAVISTELLO, MA SONO RIUSCITA A ROMPERTO E AD ENTRARE” – “Quando sono tornata a casa alle 18,05/18,10  circa – prosegue a raccontare la cittadina, – i ladri si trovavano ancora nella mia abitazione e avevano bloccato la porta con il chiavistello.

– “Ho cercato in più modi di accedere alla mia abitazione – prosegue, – mentre quei balordi tenevano la porta bloccata, ancora non mi ero resa conto di cosa stesse accadendo.

– “Sono riuscita a rompere il chiavistello – continua – e ad entrare in casa.

 

HO AFFERRATO MIO FRATELLO E L’HO PORTATO VIA” – “Mio fratello, nella sua ingenuità di bambino, era entrato in casa quasi correndo – racconta ancora la lettrice.

– “Io, vedendo con la coda dell’occhio il disordine fatto dai ladri e percependo ancora la loro presenza – spiega, – l’ho afferrato e portato fuori.

 

HO CHIAMATO SUBITO LA POLIZIA” – “Ho chiamato immediatamente la polizia – prosegue nel racconto la ragazza, – segnalando la presenza dei ladri e il fatto che avevo con me un bambino di soli sette anni.

 

LA RISPOSTA MI HA LASCIATA DI STUCCO” – “La risposta della polizia mi ha lasciato di stucco – spiega la giovane – ‘signora, si rechi a fare la denuncia’.

 

SONO STATA AIUTATA DAL PORTIERE DEL PALAZZO, SUO CUGINO E UNA VICINA” – “Non ricevendo supporto dalla polizia – specifica la cittadina, – sono stata aiutata dal portiere del mio palazzo che non era in servizio, da suo cugino e da una condomina.

 

INFINE, IL BOTTINO: NON SOLO LA BEFFA, MA ANCHE UN NOTEVOLE DANNO – “I ladri sono riusciti a fuggire – conclude la nostra lettrice, – portandosi dietro una nintendo wii nera, una xbox 360, una Louis Vuitton, un hard disk toshiba, profumi, gioielli, un pc, un tablet samsung, soldi, una videocamera, 2 macchine fotografiche e pure delle scarpe. Cordiali Saluti”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Furto appartamento via Trescore Milano; i numeri si impennano, l’assessore alla Sicurezza: “Mettete porte blindate, grate eantifurti”

Furto appartamento via Kramer Milano, la vittima: “La grata in ferro in mille pezzi; le lacrime, la violenza subìta, l’intimità violata”

Degrado via Arquà via Padova Milano, la mail shock di una residente, punto per punto

Degrado viale Sarca Milano, una lettrice: “Hanno tentato di stuprarmi. In più scippi, furti dentro auto, marciapiedi come latrine e altro”. Il punto della situazione

Foto degrado viale Molise 47, un lettore: “Paghiamo affitto e tasse, abbiamo diritto ad un ambiente sano. Perché Pisapia non viene a farsi un giro qui?”

Degrado shock Gratosoglio Milano, la lettere inviata a Pisapia da una residente: “Venga a trovarci”

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Una cosa simile con la polizia mi è capitata anche a me .Dopo aver fatto un incidente in mezzo alla strada con in macchina mia figlia di soli due anni abbiamo fermato una macchina della polizia per chiedere aiuto , la loro risposta è stata: “sono fatti suoi,spostatevi dalla strada perchè state creando traffico” andando via senza chiedere informazioni sullo stato della bambina .Anche io sono rimasto di stucco.. pe non dire altro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here