Degrado via Farini e piazza Pasolini Milano, un lettore segnala venditori abusivi, ubriachi, giardini comunali usati come latrine e vigili che passano, vedono, e vanno oltre

Di seguito la segnalazione che un cittadino ha inviato alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), al fine di accendere una luce sul degrado divenuto ormai intollerabile in zona via Farini, in piazza Pasolini, nel cantiere e nei giardini all’altezza del civico 92 fino al parchetto in piazzale Maciachini. Tra escrementi, venditori abusivi che intralciano la viabilità e non fanno scontrini mentre i vigili passano e non dicono nulla, e ubriachi che utilizzano gli spazi verdi come latrine a cielo aperto, il nostro lettore, arrabbiato e deluso, conclude: “Sono un elettore ed un militante di sinistra. Tuttavia, caro Pisapia, non è questa la Milano che sognavo quando ti ho votato”. Nel dettaglio:

 

“BUOGIORNO, VOGLIO SEGNALARE” – “Buongiorno.Voglio segnalare la situazione di degrado di Piazza Pasolini e del parco di Viale Marche – Farini 92 a Milano – inizia a spiegare il nostro lettore.

 

ESCREMENTI, EVASORI FISCALI E VIABILITA’ OSTACOLATA IN PIAZZA PASOLINI – “Per quanto concerne piazza Pasolini, – racconta il cittadino, – alla perenne situazione di degrado rappresentata da escrementi, resti di cibo e sporcizia di vario genere presenti sul marciapiede, oltre a decine di bevitori di alcolici sin dal mattino, si sono aggiunti i venditori di meloni, fragole, ecc.

– “Questi intralciano la normale viabilità – prosegue il cittadino, – in quanto senza alcun permesso posizionano il camion all’incrocio tra piazza Pasolini e via Farini, in una via in cui la mobilità è già difficoltosa.

– “Inoltre, – sottolinea il lettore, – non rilasciano alcun scontrino.

 

I VIGILI PASSANO, VEDONO, MA FANNO FINTA DI NIENTE – “Purtroppo i vigili passano e fanno finta di niente – spiega ancora il cittadino. – I soggetti in questione, alla vista dei vigili, nella peggiore delle ipotesi fanno il giro dell’isolato e ritornano poco dopo a vendere tranquillamente, oppure si spostano all’altro incrocio, tra viale Stelvio e via Farini. Trattasi di soggetti italiani: abusivi ed evasori.

 

IL CANTIERE IN VIA FARINI 92: UTILIZZATO COME BAGNO A CIELO APERTO – “Inoltre – continua il nostro lettore, – il vicino cantiere di una casa in costruzione sita in via Farini 92, è diventato un bagno a cielo aperto, con escrementi di ogni tipo. Ora, con il caldo i cattivi odori aumentano.

 

IL PARCO COMUNALE ALL’ALTEZZA DI VIALE MARCHE: UN ALTRO LUOGO DI BIVACCO PER UBRIACHI E LATRINA A CIELO APERTO –  “Nella zona di Viale Marche 99 – Farini 92, è presente poi un parco, penso privato – si sfoga ancora il lettore, – ma aperto al pubblico e gestito dal Comune di Milano, in quanto è riportata la tabella con gli orari di apertura e chiusura con il logo del Comune.

– “E’ un parco frequentato di giorno soprattutto, da bambini – mette in luce il cittadino, – ma purtroppo negli ultimi tempi è frequentato dai bevitori di alcolici di piazza Pasolini, così che il parco viene utilizzato anch’esso come luogo di bivacco e come bagno pubblico a cielo aperto.

– “Il parco viene chiuso agli orari previsti per tutti i parchi comunali – spiega anche il nostro lettore – ma negli ultimi giorni, viste anche le temperature elevate, le panchine e gli spazi verdi vengono utilizzati come letto e gli spazi verdi come bagno pubblico.

 

SPORCIZIA E DEGRADO ANCHE NEI GIARDINI DI PIAZZALE MACIACHINI, MA Lì I PROTAGONISTI SONO I ROM – “Analoga situazione è presente negli spazi verdi aperti di piazzale Maciachini – precisa inoltre il cittadino, – anche se in tale caso la fanno da padrone i rom.

 

“SONO UN ELETTORE E UN MILITANTE DI SINISTRA: CARO PISAPIA, NON E’ QUESTA LA CITTA’ CHE SOGNVO QUANDO TI HO VOTATO” – “Sono un elettore ed un militante di sinistra, ma il degrado ed il rispetto delle comuni regole di convivenza civile, secondo me non ha colore politico. Caro Pisapia, – conclude il nostro lettore – non è questa la Milano che sognavo quando ti ho votato.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Apertura piazza 25 Aprile Milano, Pisapia tronfio di orgoglio per i trionfi milanesi, vediamo quali

Rom Forlanini Milano, la rabbia di un residente: “Pisapia ci ha traditi!”

Rom via Negroli – Corsica Milano, la città sa cosa sta succedendo?

Via Gassman Milano Quartiere Adriano, tante promesse elettorali ma i disabili sono ancora bloccati tra aiuole e cemento: foto e intervista di CronacaMilano

Degrado zona Fulvio Testi – Sarca Milano adiacente a case Aler, residente disperato scrive a CronacaMilano, ecco cosa succede

Via Ferrante Aporti Milano, dopo altri 6 mesi di promesse del Comune, il degrado continua, foto e interviste

Degrado via Valtellina Milano: servizio di CronacaMilano sulle proteste dei residenti di Zona 10

Anagrafe Milano via Larga, l’odissea di una Mamma che in quanto single si è vista negare il rilascio della carta d’identità per la figlioletta; lettera aperta al sindaco Pisapia

Di Redazione

12 COMMENTI

  1. Certo, e tutte ste cose prima non succedevano?
    Con la precedente giunta i problemi erano di gran lunga maggiori. Questa amministrazione ha ricevuto un’eredità molto pesante dalla cara Letizia e si sta facendo in 4 per sanare la situazione.
    Vedi come esempio palese la chiusura del cantiere di piazza XXV aprile, che persisteva da ben 6 anni.
    Siete davvero convinti che con questa giunta sia aumentata l’evasione fiscale rispetto alla situazione precedente? Ma guardate i dati prima di fare queste affermazioni prive di fondamento!
    Siete davvero convinti che i rom prima non c’erano? Avrei non sai quante situazioni da portare comee esempio.
    Il miglioramento della nostra Milano deve partire da ogni singolo cittadino!
    Al posto di lamentarti scrivendo ai giornali, comincia ad essere un membro attivo della comunità!
    Segnala gli esercenti che non emettono scontrini ed evadono l’iva, chiama la polizia quando vedi ubriachi bivaccare al parco, segnala la situazione in essere nel cantiere alla cooperativa che si occupa dei lavori…
    La situazione non migliora da sola, bisogna impegnarsi TUTTI per raggiungere gli obiettivi!

    • Scusa Valerio, ma alle urne che cosa ci andiamo a fare, se poi dobbiamo attivarci TUTTI per far si che le cose migliorino? Giusto per sapere se tutto lo sbattimento di segnalare chi non emette lo scontrino, chi insudicia i palazzi, chi ruba, eccetera, non venga poi usato come bandiera dal questo o quel politico come PROPRIO risultato. Credo che le situazioni di degrado in città debbano essere segnalate da tutti, su tutti i mezzi, indipendentemente dalla giunta che governa in quel tal momento.

    • Ciao Valerio. Queste cose succedavano anche prima, ma purtroppo negli ultimi mesi con l’Amministrazione Pisapia stanno aumentando.
      “Al posto di lamentarti scrivendo ai giornali, comincia ad essere un membro attivo della comunità”. Ognuno sceglie lo strumento più adatto per segnalare le cose. Ma sai quante segnalazioni sono state fatte? Ti sfido a chiamare le forze dell’ordine perchè ci sono degli stranieri che si ubriacano o perchè c’è il venditore che non rilascia scontrino.Non usciranno mai.

  2. Sinceramente, Valerio, non capisco la polemica: chi ti dice che scrivere ai giornali, alle tv, e via dicendo, escluda altre azioni da “membro attivo” come la denuncia alle forze dell’ordine o altri tipi di iniziative personali? Questo è un canale come tanti altri, e altrettanto efficace.
    La questione meramente politica sul fatto che con la giunta precedente ci fossero gli stessi problemi non esclude la questione, anzi, la rafforza: “abbiamo” votato questo nuovo sindaco proprio perché le cose cambiassero. Che la cosa non possa avvenire così su due piedi mi pare ovvio, ma giustificare gli attuali oggettivi insuccessi (giudico per quello che vedo nel mio “orticello”) con la solita solfa di “guarda cosa abbiamo ereditato” mi pare svilisca molto il dibattito politico. Sarebbe meglio parlare del come si stanno affrontando alcune tematiche scottanti come per esempio l’emergenza rom (vero, presente anche con la giunta Moratti), microminalità, infiltrazione mafiose nella gestione degli appalti, viabilità, ecc. Ovvero, alla vecchia maniera, cambiare tutto per non cambiare niente.

  3. si parla sempre di alternanza politica….. ecco ora c’è stata…. ma non si puó
    sempre dar la colpa a chi c’è stato prima. vogliamo cambiamenti veri!!!

  4. Non voglio assolutamente fare polemica. Così come avete dato la vostra opinione io do la mia!
    Andare alle urne sicuramente è un passo avanti nella scelta della Milano che si vorrebbe avere. E credo che questo sia un interesse comune a tutti. Non basta però, andare a votare ed aspettare che qualcuno faccia qualcosa. io sono abituato a lottare per ottenere ciò che desidero, e la mia non era che un’esortazione a fare lo stesso. Basterebbe davvero poco, da parte di ciascun cittadino, per dare una svolta alla situazione, che ci sia Pisapia o qualcun altro a palazzo Marino.
    S.P. io dell’operato relativo al “mio orticello” mi ritengo sicuramente soddisfatto. Ancora il grande passo non è stato fatto, ma mi sembra che almeno sia stata imboccata la via. In ogni caso, finché ognuno continua a badare unicamente al proprio orticello e non al benessere della comunità intera, sarà dura ottenere i risultati che tutti quanti vorremmo.
    Forse ho esagerato con i termini, ma ero seccato per la frequenza di articoli di questo genere, sul degrado, la sporcizia, la pericolosità di Milano che danno la colpa unicamente all’attuale sindaco.
    A lamentarsi sono buoni tutti, ma sarebbe utile se si provasse a cercare rimedio a queste pessime situazioni. E un ottimo metodo per trovare un rimedio è il dibattito con i cittadini.
    Carmelo, ho avuto a che fare con le forze dell’ordine recentemente in più di un’occasione: sarò stato particolarmente fortunato, ma devo dire che ho ricevuto un servizio impeccabile.

    • Valerio, “mio orticello” virgolettato proprio per sottolineare che era una metafora o mo’ di provocazione. “Mio punto di vista” (o per questioni che hanno una ricaduta… più vicino a me), va meglio?
      Ho avuto a che fare anche io con le forze dell’ordine sicuramente. Per ora ho ricevuto solo parole e promesse. Ecco, forse così è più chiaro. Chiaro che ognuno ha tutto un suo bagaglio di esperienze sottintese (quando si scrive) che non è semplice né pratico spiegare così su due piedi.
      Scrivere ad un giornale, come in questo caso, serve anche per rendere partecipi di problemi e questioni non solo le forze dell’ordine (come può avvenire con una denuncia) ma i cittadini. Per quel che mi riguarda, cerco per esempio di far conoscere la situazione del “mio orticello” Forlanini a più persone possibili.
      Spero che il senso del mio intervento precedente sia più chiaro ora.

      Sono d’accordo con GIADA quando dice che i nostri amministratori di Palazzo dovrebbero venire in perfieria un po’ più spesso a misurare il polso della situazione

  5. S.P. , commento molto costruttivo.
    Paolo, i commenti precedenti al tuo sono stati pertinenti con la discussione e di buono spunto per un dialogo. Se scrivi tanto per mettere il tuo nome puoi anche evitare. Vista la levatura del tuo commento peraltro, non credo che altre tue contribuzioni possano interessarmi. Vota Formigoni, Moratti & Co e pensa a ciò che entra nel tuo di c….

  6. Non capisco la polemica suscitata da Valerio: se c’è una situazione di degrado in atto, che ci fosse stata o meno anche nel passato, mi pare diritto dei cittadini poterlo/doverlo segnalare. Esistono degli Assessorati, che dovrebbero evitare proprio il presentarsi del degrado stesso: “lottare”, secondo me, significa proprio cercare di smuovere le Istituzioni preposte, che siano di destra o di sinistra. O dovrebbero essere i cittadini a raccogliere i rifiuti lasciati per strada dai rom, piuttosto a far sloggiare gli abusivi che occupano i marciapiedi? Troppo facile, inoltre, dire che Milano e bella e sicura, rimanendo in piazza della Scala, dentro Palazzo Marino. Magari i nostri politici locali dovrebbero farsi qualche giretto in più in periferia: paghiamo le tasse (comprese tutte quelle messe da Pisapia): lottare significa avere giustizia, giustizia significa avere legalità nei propri quartieri, legalità significa che il Comune deve fare, adesso, qualcosa di concreto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here