Blocco traffico Milano diesel Euro 3 dal 30 novembre 2011, orari, categorie, info

Dopo l’incontro avvenuto ieri tra i Sindaco Giuliano Pisapia, il Presidente della Provincia Guido Podestà e (solo) 74 dei 133 Sindaci invitata al tavolo Anti-Smog, Palazzo Marino ha stabilito il blocco degli euro 3 diesel non a targhe alterne, ma a ore alterne. Nel dettaglio:

 

Da mercoledì 30 novembre fino a martedì 6 dicembre 2011, per ora weekend escluso, i veicoli Euro3 potranno circolare esclusivamente a orari alterni:

 

– Euro 3 diesel privati: blocco totale della circolazione dalle 8.30 alle 18;

– Veicoli commerciali: circolazione libera dalle 10 alle 18.

 

Inoltre, Palazzo Marino ha anche stabilito che si tengano:

– un grado in meno nei riscaldamenti in tutti gli edifici privati e industriali;

– porte chiuse nei centri commerciali.

 

Dal Comune di Milano precisano anche che “Per i prossimi giorni si vorrebbe anche creare un tavolo per regolamentare orari per le varie esigenze e gli ingressi nelle città, ma come provvedimento a lungo termine”. Del resto, è stato il 31enne assessore alla Viabilità di Milano, Pier Francesco Maran, a dichiarare esplicitamente guerra ai diesel Euro 3. Per i dettagli, CLICCA QUI

 

Intanto, in attesa che il nuovo provvedimento Ecopass entri in vigore dal 16 gennaio 2012, la raccolta firme contro-Ecopass organizzata dalla Lega Nord nei weekend del 12-13 e 26-17 novembre,  ha portato alla raccolta di ben 25.000 sottoscrizioni. “Ora – spiegano gli organizzatori – è possibile agire legalmente contro Ecopass”. Per i dettagli, CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del 29 novembre 2011 ore 10,00: A meno di 24 ore dal blocco dei diesel Euro 3, il Comune di Milano non è ancora in grado di fornire alcuna informazione rispetto alla circolazione dei residenti. Circo 20mila famiglie non sanno  quindi come dovranno organizzare la giornata di domani, tra ufficio, bambini da accompagnare a scuola e impegni vari. “Avremo notizie certe domani mattina”, assicurano da Palazzo Marino. Considerando, tuttavia, che il divieto inizierà alle 8.30, si può logicamente presumere che non rimanga ampio margine di organizzazione. Per tutti i dettagli, CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del 29 novembre 2011 ore 20,00 per i RESIDENTI: il Sindaco Pisapia ha appena firmato l’ordinanza e, come deciso, i residenti all’interno della Cerchia NON avranno deroghe dal divieto di circolazione. Pertanto, chi abita nella Cerchia ed è in possesso di un diesel Euro 3 senza FAP, non potrà né uscire né tornare a casa da mercoledì 30 novembre fino a martedì 6 dicembre 2011 (weekend esclusi). Per conoscere orari e dettagli, CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del 5 dicembre 2011 ore 08,00: Il blocco degli Euro 3 diesel senza FAP continua fino a martedì 6 dicembre 2011. Per i dettagli, CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del 6 dicembre 2011 ore 5,00, NUOVI BLOCCHI: Il blocco degli Euro 3 diesel potrebbe essere prorogato fino al 23 dicembre 2011, giorno di antivigilia. Oggi in giornata si concluderà il tavolo aperto dal Comune per stabilire non solo tale decisione, ma anche l’ulteriore blocco totale del traffico per venerdì 9 e sabato 10 dicembre. Per controbilanciare il danno che ciò comporterebbe per i commercianti, Palazzo Marino sta vagliando inoltre l’ipotesi di tenere aperti i negozi fino a mezzanotte (in questo caso però non è ancora stato chiarito l’aspetto del pagamento degli straordinari per i commessi). Per l’approfondimento, CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del 6 dicembre 2011 ore 21.00, CONFERMA BLOCCO TOTALE E PROROGA BLOCCO EURO 3 – Nonostante la contrarietà delle associazioni dei commercianti e di numerosi Comuni dell’hinterland, il sindaco Giuliano Pisapia ha appena firmato l’ordinanza contenente le nuove misure per tentare di contrastare i livelli di polveri sottili nell’aria. il sindaco ha quindi stabilito che venerdì 9 e sabato 10 dicembre sarà attivo il blocco totale dei veicoli, dalle 10 alle 18, con la sola eccezione dei veicoli elettrici. Ferme anche le motociclette. Prorogato, inoltre, il blocco dei diesel Euro 3 senza fap: tali veicoli rimarranno bloccati fino a venerdì 23 dicembre, compresi weekend e festivi, dalle 10 alle 18.

 

AGGIORNAMENTO del 11 dicembre 2011, PM10 ANCORA DA ALLARME: I dati delle centraline Arpa hanno registrato valori di PM10 addirittura in aumento nella prima giornata di blocco (venerdì 9 dicembre); anche sabato 10 dicembre il PM10 ha raggiunto livelli superiori alla soglia d’allarme.  Per i dettagli CLICCA QUI

 

AGGIORNAMENTO del15 dicembre 2011 ore 9,00:Il blocco dei diesel Euro 3 è stato revocato, anche a causa dello sciopero ATM che si svolgerà venerdì 16 dicembre. L’ultimo giorno di blocco, quindi, è giovedì 15 dicembre. Per chiedere informazioni direttamente al Comune di Milano, è disponibile per i cittadini il numero 02.02.02. Per leggere ulteriori dettagli, invece, CLICCA QUI. Si ricorda che giovedì 15 dicembre inizierà anche lo sciopero di 24 ore delle ferrovie.

 

Leggi anche:

Firme contro Ecopass Milano, raccolte 25mila sottoscrizioni: si può fermare il provvedimento

Ecopass Milano dal 16 gennaio 2012, tutti i dettagli per cittadini, residenti e commercianti

Firme contro Ecopass Milano 12 – 13 novembre 2011: i residenti pagheranno fino a 442 euro, 1305 euro all’anno per chi lavora dentro la Cerchia

Blocco traffico Milano da lunedì 28 novembre 2011, Maran: “Bloccare i diesel Euro 3”


Di Redazione

7 COMMENTI

  1. pagliacci !!!
    bloccare le diesel euro 3 non serve se non ad indispettire il cittadino che oltre le difficoltà normali della vita e del delicato periodo di crisi, si trova ulteriormente a disagio in città grazie ad una giunta ridicola, che si spera possa durare il meno possibile al governo di una delle principali città italiane!
    i veri problemi dell’inquinamento in città sono i veicoli pubblici in grandissima parte obsoleti, i riscaldamenti delle case vecchie e della maggior parte delle scuole, il traffico contribuisce in misura molto limitata.
    In questo modo si mettono solo in croce famiglie o lavoratori autonomi (come il sottoscritto) che oltre i problemi familiari quotidiani si trovano anche ostacolati da chi dovrebbe invece agevolare il cittadino

  2. non è più possibile svolgere un servizio assistenza clienti a Milano
    ecopass, divieti che cambiano un giorno per l’antro per entrare nella cerchia, ed ora il blocco per i diesel Euro 3.
    tutte le aziende hanno acquistato dei diesel inquanto percorrono molti Km e il diesel costava meno della benzina, come faranno a svolgere il loro lavoro.
    un responsabile dell’assistenza tecnica clienti.y

  3. Anche la nostra azienda ha comprato diesel perché sembrava la soluzione migliore ed ora siamo tutti fermi. Pagare l’ecopass per tutte le auto con la crisi che c’è è un esborso insostenibile.
    Per altro quando le abbiamo acquistate nessuno ci ha detto la differenza fra EURO con o senza FAP ecc. abbiamo preso l’euro migliore che c’era ma del fap non si sapeva niente.
    E anche la questione dei veicoli commerciali è troppo limitante per permettere alle aziende di lavorare. Un bel modo di affrontare la crisi. Complimenti.

  4. La Giunta Pisapia sta di fatto confermando , con i fatti e con le ordinanze insulse
    e contra populum, quella che era la linea di condotta tanto temuta alla vigilia ; disincentivare in toto l’ utilizzo dei mezzi privati a vantaggio di quelli pubblici, di cui
    sono aumentate le tariffe ( ovviamente per far fare cassa ai comuni )!!
    Quello che però appare ancora poco chiaro è come mai, in una fase di recessione economica e crisi internazionale, che ha registrato un calo delle immatricolazioni auto dell’ 11% nell’ anno in corso, chi possiede una vecchia auto sia obbligato a continuare a pagare tasse e bolli senza avere il diritto di utilizzarla.

    Siete dei geni!:

  5. Ho 72 anni, vivo all’interno della Cerchia e, nonostante quanto scioccamente creduto da tanti, l’indirizzo della mia residenza non mi annovera automaticamente tra i cosiddetti “ricchi”. Difatti, possiedo una modesta auto Euro3 e, indipendentemente dalla mia età, non ho colf, governanti o maggiordomi vari e, la spesa per la mia famiglia (mio figlio è disabile) vado a farla personalmente al mercato di piazza sant’Agostino, ogni settimana, anche d’inverno, quando piove, quando ci sono 3 gradi e così via. Mi accompagna mio marito, di 76 anni, in auto: io non giudo più da tanti anni a causa di una malattia che mi ha colpito soprattutto gli occhi. Ora, grazie a questa sciagurata e inutile iniziativa del sindaco Pisapia, è dal 30 novembre che non riesco più ad andare al mercato, poiché a causa delle terapie mediche che devo fare ogni mattina non faccio in tempo a fare la spesa e tornare a casa entro le 8,30 del mattino (orario di inizio blocco dal 30 novembre al 6 dicembre), né entro le 10 (orario di inizio blocco da 7 al 23 dicembre). Sono quindi costretta, per quasi un mese, a recarmi a fare la spesa quando il blocco è finito, dopo le 18, a fine giornata, quando sono stanchissima poiché malata ed anziana, recandomi per forza in un supermercato ed adeguandomi a prezzi non certo paragonabili a quelli del mercato che, ovviamente, per le 18 è già smantellato da ore. Questo è quello che fa il Sindaco per chi è più debole, ha meno soldi e necessita maggiormente dell’aiuto delle istituzioni? Grazie, sindaco Pisapia, grazie per aver reso ancora più difficile la vita delle migliaia di famiglie come la mia, che con tanta fatica cerca di arrivare a sera ogni giorno. Grazie sindaco.

  6. Pisapia Pisapia il Sindaco più …. che ci sia!!! Gli EURO 3 non vanno più bene… e allora regalaci tu una EURO X che vada bene per non inquinare più!!!
    Il cervello dove lo hai messo, cosi colpisci sempre quelli, già tassati a morte, che ora si trovano senza soldi e non possono cambiare la macchina.
    E se anche facendo dei sacrifici volessimo cambiare auto, cosa cacchio andiamo a comprare che non inquini se non esistono in commercio auto puramente elettriche?
    Prima di deliberare a casaccio, usa il cervello, proponi delle soluzioni, anche azzardate, ma che siano coerenti e realmente efficaci, non solo utili alle case automobilistiche per vendere ulteriori auto che domani inquineranno come quelle di oggi.
    Pisapia, Pisapia… il Sindaco più …. che ci sia!!!

  7. Fermo restando che a Milano ci sono 4 centri oncologici per via dei troppi tumori, causati perlopiù dal traffico, e che quindi ogni inziativa contro le macchine è lodevole perchè a favore della salute, mi chiedo chi è quel pazzo (per nn dir di peggio) che vuole andare in centro-città in macchina. E’ una follia tale, che chi ci prova dovrebbe essere multato per milioni di euro, se nn arrestato. Detto ciò, io che nell’area C nn metterò mai “ruota”, nn ho capito che regole valgono per tutti gli altri. Nemmeno i vigili hanno saputo rispondermi, chi di voi? Saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here