Multe Milano – Meda, quasi 1 multa al minuto; un lettore sanzionato: “O su quel tratto ci sono solo piloti di F1 o i limiti sono assurdamente bassi!”

Una nuova segnalazione si aggiunge alle centinaia di automobilisti che hanno inviato le proprie proteste per i limiti di velocità sulla Milano – Meda. Dopo aver letto, sul sito della Provincia, che nelle 6 ore riconducibili al giorno del compimento della sua infrazione, sono state elevate ben 294 multe, l’osservazione che ne trae il signor L.P., multato per aver fatto gli 83 km/h invece degli 80 previsti, è basata sulla logica: “O sulla Milano-Meda viaggiano solo piloti di Formula Uno, oppure il limite fissato è palesemente assurdo!”. Invitando tutti i lettori a continuare a inviarci le proprie esperienze ed opinioni in merito, di seguito la segnalazione per intero:

 

GENTILE REDAZIONE, SONO STATO MULTATO PER AVER FATTO GLI 83 KM/H INVECE DEGLI 80” – “Gentile Redazione – scrive il nostro lettore, – ho appena ricevuto anche io il mio bel verbale per essere stato beccato il 25 luglio 2012,  sulla Milano – Meda, alla strabiliante velocità di 83 km/h (su tale strada, il limite è di 80 km/h, ndr).

 

PER IL CODICE DELLA STRADA, SU TALE TRATTO IL LIMITE DOVREBBE ESSERE DI 110 KM/H” – “Non è tanto la multa in sé che mi fa arrabbiare – aggiunge il signor L.P., – ma l’assurdo limite di velocità stabilito in un punto rettilineo di una superstrada a due corsie per senso di marcia, quindi equiparabile ad una autostrada.

– “Secondo il Codice della Strada – precisa il cittadino, – il limite di velocità dovrebbe quindi essere di 110 km/h (fino al 2010 il limite della Milano-Meda era proprio di 110 km/h, poi improvvisamente abbassati a 70 e stabiliti, infine, agli attuali 80).

– “Addirittura – precisa ancora L.P., – il limite di velocità standard per le strade extraurbane secondarie (ad una sola corsia per senso di marcia) è pari a 90 km/h (come del resto anche il tratto della Milano – Monza al quale si accede proprio dalla Milano – Meda, ndr).

 

PRIMA CHE INSTALLASSERO GLI AUTOVELO, INFATTI, IL LIMITE ERA 110 KM/H – “Ricordo – sottolinea il nostro lettore – che proprio 110 km/h era il limite vigente in quel punto della Milano-Meda fino a pochi mesi prima che venissero installate le macchine per il rilevamento automatico della velocità. A pensar male si farà forse peccato, ma….!

 

QUASI 1 MULTA AL MINUTO!” – “Segnalo inoltre – precisa il signor L.P., – che ho potuto facilmente scaricare dal sito della Provincia la foto della mia grave infrazione, e proprio sul loro sito viene anche segnalato che tra le ore 15.58 e le ore 22.33 del 25/7/2012 sono state rilevate ben 294 infrazioni (in poco più di sei ore!).

 

“SULLA MILANO – MEDA CI SONO SOLTANTO PILOTI DI F1, O I LIMITI SONO TROPPO BASSI?” – “Delle due una – osserva il nostro lettore: – o sulla Milano-Meda viaggiano solo piloti di Formula Uno, oppure il limite fissato è palesemente assurdo tanto da far incappare in infrazione un numero spropositato di passanti.

 

A ESSERE MALIGNI, SI PENSEREBBE AD UN MODO PER FARE CASSASe questo è il sistema scelto per finanziare le tanto vituperate (e molte delle quali inutili) Province italiane – conclude il signor L.P., – allora vuol ben dire che siamo proprio messi bene! Con i migliori saluti, L.P.”

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Autovelox Milano – Meda, ricorso, rilevazioni di velocità, procedimenti e foto

Multe Milano Meda, ancora proteste per la sproporzione tra infrazione e sanzione; continuate a scriverci delle vostre esperienze

Multe Milano Meda, un lettore: “Multa di 230 euro e 6 punti di patente perché procedevo a 96 km all’ora alle 5 del mattino, per andare a lavorare”

Tutor su Milano-Meda, Rho-Monza e Padana Superiore, limiti velocità, dettagli, postazioni

Autovelox Milano – Meda nascosto dietro il ponte di Meda, foto e video

Multe autovelox Milano – Meda, a chi vanno i proventi e per cosa vengono utilizzati

 

Di Redazione

4 COMMENTI

  1. Finche’ continueremo a permettere e a subire passivamente queste ingiustizie , loro si arricchiranno sempre alle nostre spalle.
    Hanno bisogno dei nostri soldi se vogliono fare la bella vita che fanno, diversamente gli toccherebbe lavorare anche loro e tornare a casa la sera stanchi.
    Passano la giornata a studiare metodi per portarci via soldi, multe, tasse, telecamere, area C , strisce blu , ecc. ecc. , fregandosene delle famiglie che fanno fatica ad arrivare a fine mese.
    Ma non li vede in tv come sono belli pasciuti. Si nascondono dietro improbabili politici che hanno a cuore l’ecologia, il traffico, il benessere dei cittadini ma alla fine vogliono solo guadagnare tanto senza lavorare.
    Proviamo a chiedere a questi signori se sarebbero disposti a fare i politici con il sistema del volontariato ? Cosi come fanno quelli del 118, della Protezione Civile e tanti altri enti. Sai che fuggi fuggi che ci sarebbe !!!
    Il limite degli 80 km sulla Milano Meda non e’ altro che un sistema per fare un po’ di quattrini e non per diminuire gli incidenti, diversamente avrebbero dovuto sistemare buc,ha ed avvallamenti , quelli si sono pericolosi non i 110 km

  2. ma quali ingiustizie, prova a fare lo stesso in svizzera altro che 70 euro ti danno 500 franchi di multa e non è obbligatoria la segnalazione preventiva dell’autovelox
    se si vogliono evitare stragi e omicidi come quello di lodi per esempio bisogna andare piano
    il resto sono chiacchiere, e sulla milano meda c’è gente che viaggia molto spesso a velocità oltre i 100 kmh

  3. se ci sono avvallamenti pericolosi una ragione in + per andare piano, per obbligare ad andare piano per evitare spese sanitarie inutili e perdite di contributi statali visto che chi non è in ospedale non può lavorare

  4. 70 euro sono troppo pochi, date 500 euro come fanno in svizzera e togliete i cartelli di avviso della presenza di autovelox, la gente deve imparare a rispettare la legge, anche in strada

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here