Multe Milano Meda, un lettore: “Multa di 230 euro e 6 punti di patente perché procedevo a 96 all’ora alle 5 del mattino, per andare a lavorare”

I problemi legati alla Milano – Meda non si esauriscono mai. Dopo la battaglia per la diminuzione dei limiti di velocità (abbassati nell’agosto 2010, improvvisamente, da 110 km/h a 70 e attualmente rialzati a 80), è arrivato il posizionamento degli autovelox non soltanto fissi, ma anche “fantasma”, fino a giungere alla notizia di pochi giorni fu sull’istallazione pure dei Tutor. In tale contesto, che si ammanta della motivazione della sicurezza stradale, ma non smette di lasciare grandi perplessità sui meri interessi circa gli introiti derivati per le casse comunali, un cittadino ha scritto alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), raccontandoci di aver preso una multa proprio su quel tratto di strada, mentre alle 5,40 del mattino andava a prendere un collega per recarsi a Malpensa, per lavorare. Il tutto, superando di 16 km orari il limite e, quindi, ritrovandosi una sanzione di 230 euro e 6 punti sottratti dalla patente. “Uno si alza alle 4 per lavorare, ditemi voi che pericolo c’e’ andare a 96 all’ora, e non a 200, sulla Milano – Meda completamente vuota!”.

 

230 EURO E 6 PUNTI DI PATENTE PER AVER SUPERATO IL LIMITE DI 16 KM ORARI, SULLA STRADA VUOTA AL 5,40 DEL MATTINO – “Buongiorno, ho ricevuto una multa di 230,00 euro più i punti levati dalla patente perché andavo a 96 km orari,  alle 5.40 del mattino, sulla Milano – Meda”, scrive il nostro lettore.

 

“MI SONO ALZATO ALLE 4, STAVO LAVORANDO! QUESTO SI CHIAMA RUBARE!” –“A casa mia questo si chiama rubare – si sfoga il lettore, – stavo andando a prendere un collega per andare a Malpensa, per lavoro.

– “Uno si alza alle 4 del mattino per lavorare e lo Stato ci ruba i soldi – aggiunge il cittadino. – Ditemi voi che pericolo c’e’ ad andare a 96 all’ora, e non a 200, sulla Milano Meda completamente vuota!

 

“FA BENE CHI PORTA L’ATTIVITA’ ALL’ESTERO” – “Fanno bene quelli che portano l’attività all’estero – conclude il lettore pieno di amarezza. – Spero che l’Italia vada in malora, così potremo ricominciare senza tutto questo schifo che ci soffoca”

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI– Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Efficienza Polizia locale Milano, un cittadino ha aspettato 15 ore per un intervento in via Viterbo

Odissea con Polizia locale di Milano, cittadino si ritrova indagato per omissione di soccorso, patente ritirata e moto sequestrata, ma è tutto un equivoco

Autovelox Polizia locale Milano, tutela della sicurezza stradale o soltanto fiume di multe? L’esperienza di un lettore

Multe corsia preferenziale Molino Dorino, riceve 20 verbali per la stessa infrazone: 1720 euro

Parcheggi biciclette Milano zona Bicocca Greco, in via Torcello il Comune ha nstallato le rastrelliere in corrispondenza degli stalli bianchi per le auto; un ciclista: “Chi ha la precedenza nel diritto di parcheggiare? Così aumentano le liti”. Foto

Multe Milano pista ciclabile via Vittor Pisani, 223 verbali elevati in una settimana e annuncio del potenziamento della Polizia locale anche in via Molino delle Armi

Furti e multe via Solari e piazza Napoli Milano, 4 appartamenti ripuliti in 10 giorni ma la priorità è fare multe a raffica

Visita Pisapia Navigli Milano e movida, i politici scendono in strada per vedere con i propri occhi la situazione della città. In tutta la città?

 

Di Redazione

3 COMMENTI

  1. Non capisco lo sfogo del lettore. Le leggi ed i regolamenti si rispettano sempre e comunque, non siamo in uno stato di anarchia per cui ognuno si inventa le sue “leggi” a proprio uso e consumo. Da pendolare della Mi-Meda condivido che i limiti attuali siano anacronistici, ma fino a quando non riusciremo a convincere politici e amministratori locali che occorre intervenire per mettere in sicurezza la superstrada e aumentare i limiti, questo è quello che ci tocca rispettare.
    Mi piacerebbe sapere se e quali iniziative ha intrapreso il lettore, oltre quella di violare la legge?

  2. Cari signori che state seduti in poltrona e cercate tutte le formule per far cassa avete rotto ,la gente finirà che non paga più nulla ,in una superstrada fino che non si arrivi al primo semaforo della città come c…o mettetei limiti,si mette il 50 km dall’inizio di entrata in cittò – i limiti il 90 allora e perfetto maghi del volante,ve lo dice un camionista 30 anni di estero combinate solo casini a casa dovete andare a 50 km/h con le vostre auto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here